You are currently viewing GRANDE NOVITÀ: ECOBONUS AL 120%!

GRANDE NOVITÀ: ECOBONUS AL 120%!

Nell’ultimo post abbiamo parlato di detrazioni fiscali sui lavori di casa, ma proprio in questi giorni il Ministro Stefano Patuanelli ha rilasciato un’intervista a Il Sole 24 Ore parlando di una grande novità in tema di Ecobonus.

Nel nuovo Decreto Legge, che dovrebbe essere approvato a giorni, infatti, è previsto un “significativo rafforzamento dell’Ecobonus”.

Pare che l’Ecobonus, attualmente pari al 50% o al 65% in base al tipo di intervento di riqualificazione energetica eseguito, verrà innalzato al 100% per le spese sostenute per opere di riqualificazione energetica degli edifici dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2022.

Questo 100% potrebbe diventare 120% se verrà considerato il meccanismo dello sconto in fattura.

Non avendo ancora approvato il Decreto definitivamente il condizionale è d’obbligo.

In ogni caso bisogna considerare che l’edilizia è uno dei pilastri dell’economia italiana e sicuramente questo periodo di stasi dovuto all’emergenza Coronavirus non è certamente di aiuto, quindi pensiamo che la messa in campo di questa nuova formula dell’Ecobonus possa rappresentare un’ottima opportunità per chi volesse decidere di ristrutturare la propria abitazione o l’immobile sede della propria attività!

QUALI INTERVENTI AMMESSI ALL’ECOBONUS 120%?

  1. Sostituzione degli impianti termici a gasolio con impianti più efficienti e meno inquinanti (fino a 10.000 Euro moltiplicato per ogni unità immobiliare se in condominio);
  2. Sostituzione di impianti termici con pompe di calore, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici o di microgenerazione (fino a 30.000 Euro di spesa moltiplicato per ogni unità immobiliare se in condominio);
  3. Isolamento termico delle facciate e/o delle coperture (fino a 60.000 Euro di spesa moltiplicato per ogni unità immobiliare se in condominio).

COME VERRÀ APPLICATO L’ECOBONUS 120%?

La forma di applicazione di questo Ecobonus e/o del Sismabonus è ancora in fase di studio.

Probabilmente verranno semplificate le procedure per ottenere il bonus e si amplierà l’orizzonte temporale, in modo tale da poter operare in un panorama normativo più certo.

Al vaglio del Governo e delle parti sociali coinvolte, quale ipotesi sarà attuata o se il beneficiario potrà scegliere alternativamente fra le seguenti due opzioni:

100% subito sotto forma di anticipo del fornitore che esegue gli interventi e che a sua volta sarebbe rimborsato con credito d’imposta di valore pari al 120%

120% spalmato negli anni della detrazione.

Questa novità, come detto, è molto interessante e potrebbe rappresentare l’input adeguato non solo per la ripresa dell’edilizia, ma anche in ottica di sensibilità verso il tema dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale.

Ovviamente ci auguriamo che l’idea proposta dal Ministro Patuanelli venga confermata nell’approvazione del Decreto e non appena questo sarà ufficializzato proporremo un approfondimento per aggiornarvi sulle modalità e i requisiti necessari per accedere a questa agevolazione fiscale.

Restate connessi!

Lascia un commento