You are currently viewing PROGETTARE E ARREDARE L’ANGOLO STUDIO IN CASA

PROGETTARE E ARREDARE L’ANGOLO STUDIO IN CASA

Originariamente lo studio in casa era riservato ad uso ufficio o sala di lettura privata in dimore della società borghese o comunque medio-alta, riprendeva il sapore delle antiche sale di lettura nobiliari.

Col tempo, la presenza di una stanza dedicata a questo uso nelle abitazioni è andata via via scomparendo, per fare posto ad un living spazioso da vivere con tutta la famiglia piuttosto che alla cameretta dei bambini o per la realizzazione del bagno di servizio.

Oggi, invece, allestire un ufficio o un angolo studio in casa è molto importante, ne abbiamo bisogno sempre di più e proprio in questo periodo, con l’emergenza coronavirus in atto, stiamo tutti capendo che la sua presenza in un’abitazione è addirittura fondamentale!

Quasi all’improvviso si sono scoperti nuovi modi di lavorare: lo smartworking e il telelavoro, realtà che saranno sempre più diffuse e si evolveranno.

Ecco che realizzare e arredare uno studio in casa, oltre che necessario, diventa anche vantaggioso: vuoi mettere la comodità di lavorare da casa in un ufficio cucito su misura per te, senza che sia necessario troppo spazio e poter coniugare vita lavorativa e privata senza troppi vincoli?

Tra l’altro se si tratta di uno studio riservato solo per te è sufficiente avere pochi metri quadri e si può allestire dove vuoi. Se invece devi ricevere dei clienti bisognerà disporre di un po’ di spazio in più ben organizzato per poter ricevere le persone senza compromettere la privacy della tua residenza. E se l’abitazione è veramente molto molto piccola? Allora l’angolo studio può essere anche a scomparsa, utilizzabile all’occorrenza, per poi scomparire o camuffarsi con il resto dell’ambiente.

studio in casa a scomparsa
studio a scomparsa

Da che parte cominciare?

Innanzitutto individua una zona o un angolo della casa che per te sia confortevole. Può essere ovunque: in soggiorno, in camera, in corridoio, anche in cucina! L’importante è che ti senta a tuo agio, in modo da favorire la tua concentrazione.

studio in casa in cucina
studio in cucina

La cosa più ostica è realizzare un’armoniosa convivenza tra le funzioni dell’ambiente scelto, sia dal punto di vista pratico che dal punto di vista estetico.

studio in casa
angolo studio

Ora, quindi, arrediamolo.

Come diceva il grande Mies Van Der Rohe:“Less is more”, il meno è più. Nel nostro caso MAI essere eccessivi con gli arredi. Si può utilizzare un semplice ripiano cui accostare una sedia o una poltroncina. Oppure posizionare una scrivania, magari con cassettiera, una sedia, una mensola ed una lampada qualora la luce naturale non fosse sufficiente e comunque è necessaria la sera, e ovviamente il tuo PC! Poi, a seconda della tua attività, potrai arricchire il tuo home office con elementi necessari e specifici della tua professione.

Arredare il tuo angolo studio non è complicato, ma attenzione a dimensioni e colori!

Ricorda la parola d’ordine: armonia.

Il tutto deve essere scelto in base al contesto in cui realizzerai il tuo spazio. Il consiglio di un progettista ti aiuterà, anche per nascondere i dettagli che potrebbero dare un’idea di disordine e confusione (ad esempio i cavi, ma non solo).

studio in casa in soggiorno
studio in soggiorno
studio in casa in camera da letto
studio in camera da letto

I nostri consigli in pillole

  1. Per chi resta al PC o deve studiare per tante ore è importante che possa disporre di un’illuminazione naturale per buona parte della giornata, quindi nella scelta dello spazio non tralasciare questo aspetto.
  2. Nella scelta della scrivania deve essere considerato l’uso che si intende farne, quindi scegli un piano con determinate caratteristiche (dimensioni e materiali) che possano far fronte a tutte le tue esigenze.
  3. Uno studio deve favorire la concentrazione. Per questo è consigliabile scegliere un ambiente o dipingerne le pareti con colori chiari e neutri, che non “abbaglino” troppo alla vista e possano distrarre.
  4. Si può dare un tocco personale allo studio, aggiungendo qualche elemento decorativo (piante, quadri, portafotografie) o aggiungendo un piccolo tocco di colore con tende o tappeti.
  5. Mobile libreria. Una libreria attrezzata è una buona soluzione anche per separare gli ambienti con semplicità senza dover ricorrere alla realizzazione di pareti in muratura o cartongesso e se avete poco spazio ci sono ottime librerie modulari e personalizzabili e soprattutto multifunzione per archiviare, chiudere, ordinare e addirittura librerie attrezzate con tanto di ripiano-scrittoio integrato.

Insomma, le soluzioni per realizzare il proprio studio in casa non mancano, ci sono tante alternative e idee per tutti i gusti.

Lavorare da casa può farti ottimizzare gli spazi ma anche il tuo tempo. Imparare a coniugare bene vita lavorativa e privata ti permetterà di sfruttare al meglio tutti i vantaggi dello smartworking o del lavoro da remoto.

Non ci resta che augurarti buon lavoro in casa e, se vuoi, raccontaci come ti sei organizzato col tuo home office! Se invece hai bisogno di un aiuto in più per organizzarlo, contattaci!

Lascia un commento